Disney Research perfeziona il motion tracking di oggetti reali in ambienti virtuali

Essere catapultati in ambienti virtuali consente di vivere luoghi ed esperienze inusuali, coinvolgenti ed emozionanti. La possibilità di creare qualsiasi tipo di situazione apre ad un’infinità di impieghi (su tutti entertainment e gaming), il limite è solo la fantasia dei VR designer.

Le aziende operanti nel settore della Virtual Reality cercano soluzioni per rendere le proprie tecnologie sempre più complete, garantendo così esperienze immersive e fedeli alle leggi del mondo reale. Da qui, intere gamme di headset, accessori, tracker e sensori per ricreare in maniera fedele nell’ambiente virtuale i comportamenti dell’individuo e di ciò che lo circonda.

La sfida che Disney Research ha raccolto è quella di riportare oggetti reali nell’ambiente virtuale per rendere migliore l’interazione con essi.

Nel video sotto si può osservare l’esperimento condotto da Disney: una persona indossa un visore che copre interamente gli occhi e cerca di afferrare una pallina da tennis lanciata da un collaboratore. E’ possibile osservare come l’individuo, incredibilmente, riesca ad afferrarla correttamente, pur non vedendola arrivare. Sorprende ancora di più quando si dimostra in grado di posizionare la mano nel punto esatto in cui cadrà con largo anticipo, compiendo rapidamente un movimento che sembra essere quello di un robot. Tutto merito di un sistema avanzato che poggia su sensori, informazioni acquisite e analizzate in tempo reale, calcolo della traiettoria mediante Unscented Kalman Filtering e proiezione dei dati davanti agli occhi in modalità VR.

Alla pallina, così come ai guanti, sono stati applicati alcuni “nodi” utili per effettuarne il motion tracking, ovvero per riconoscere e riprodurre correttamente la loro posizione all’interno delle tre dimensioni.

Tale tecnologia è ancora in fase sperimentale ma Disney Research pone molte speranze su di essa. Gli impieghi, infatti, nei propri parchi tematici potrebbero essere molteplici e sarebbero garantite ai visitatori esperienze immersive ed autentiche.

Non va dimenticato, infine, che una soluzione di motion tracking di questo tipo avrebbe un forte impatto sull’intero settore della VR, permettendo un sensibile balzo in avanti in termini di coinvolgimento durante le esperienze virtuali.

 

 

[Fonte: roadtovr.com]

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑