Microsoft risponde presente: ecco i visori Dell e Asus

Il progetto di Microsoft legato alla realtà virtuale, e alle tecnologie immersive in generale, vede l’aggiunta di due asset importanti e potenzialmente in grado di stravolgere il mercato degli headset. L’Azienda di Redmond, infatti, ha svelato il design dei due visori realizzati in collaborazione con Dell e ASUS. I due dispositivi in questione concretizzano una delle mosse di mercato più interessanti del 2017: strumenti dal peso estremamente contenuto e presenza di un tracciamento decisamente preciso che non necessita di hardware esterno per il funzionamento. I due visori, almeno apparentemente, si presentano come prodotti intuitivi e molto più semplici da configurare rispetto ai rivali Rift e Vive. Sembra, inoltre, che per la loro installazione non siano necessarie porte USB o dispositivi esterni da montare a parete. Microsoft ha già previsto anche la distribuzione di controller dedicati, pensati per offrire un tracciamento accurato delle mani quando si troveranno nella linea di vista dei sensori dello stesso headset.

asusdellvrgallery1.jpg

Nonostante la compagnia, in passato, abbia fatto sapere che i suoi visori avrebbero messo a disposizione dell’utente una serie di caratteristiche uniche, al momento, non sono stati forniti dettagli precisi per quanto riguarda le singole funzionalità e le differenze tra quello Dell e quello Asus. Ad un primo sguardo, i due dispositivi presentano due diverse tipologie di cuscinetti per il viso e due diverse impostazioni per il posizionamento sulla testa. Le informazioni fondamentali, invece, come frame rate, risoluzione, FOV e tipologia di display utilizzato, restano tutt’ora avvolte da un alone di mistero. Considerando che i visori Microsoft già noti utilizzano schermi LCD al posto di quelli OLED presenti nei competitor diretti, è facile presupporre che anche in questo caso utilizzino questa tecnologia. Una decisione che è stata spiegata nel dettaglio dalla stessa Azienda:

Microsoft e i suoi partner cercano determinati requisiti minimi per quanto riguarda la risoluzione, le performance, il peso e l’affidabilità, per questo i display utilizzati per l’headset Acer raggiungono tutti gli obiettivi richiesti. Inoltre, siamo rimasti particolarmente colpiti dai recenti sviluppi della tecnologia LCD che mirano a scenari specifici legati alle tecnologie immersive. Il visore Acer utilizza una nuova tecnologia chiamata Impulse Backlighting, la quale è in grado di fornire tutti i requisiti per un’esperienza ottimale in Mixed Reality.

Microsoft, nel corso di questi mesi, ha presentato un’ampia gamma di visori con caratteristiche, almeno all’apparenza, molto diverse tra loro. Non va dimenticato che tra una decina di giorni si entrerà nel vivo dell’E3 di Los Angeles, dove, con molta probabilità, verrà presentata la nuova piattaforma console della compagnia: Xbox Scorpio. Guardando al passato e alla strategia cross-platform già impostata dall’Azienda, risulta plausibile un tentativo di creare un ecosistema che andrà a integrare vari elementi, vari dispositivi e varie offerte. L’intenzione sembra essere quella di coinvolgere sia la piattoforma PC che la nuova piattaforma console per portarle nel mondo delle tecnologie immersive.

 

 

[Fonte: vrgamer.it]

Una risposta a "Microsoft risponde presente: ecco i visori Dell e Asus"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑