Si torna a parlare di visori AR targati Apple

La Catcher Technology, azienda di Taiwan che produce le coperture in metalli per diversi prodotti Apple come iPhone e MacBook, inizierà presto a lavorare ad un visore per la realtà aumentata. C’è anche lo zampino di Apple?

A riferirlo è stato il presidente della Catcher Technology Allen Horng: “I visori dedicati alla realtà aumentata devono essere leggeri e facili da indossare. Sulla base delle nostre ricerche e di quello che ci viene chiesto dai nostri clienti, i prodotti AR devono avere un gran bel design ed integrare le varie tecnologie necessarie. Si tratta di una sfida molto complessa, ma che abbiamo, intenzione di portare a termine”.

Horng non ha rivelato quale azienda ha chiesto la produzione di un concept dedicato alla realtà aumentata, ma sono bastate queste dichiarazioni per riaccendere le speculazioni su un visore AR targato Apple.

Già in passato si era parlato di una Apple interessata a degli occhiali digitali in grado di collegarsi in modalità wireless con l’iPhone, per mostrare immagini e altre informazioni nel campo visivo dell’utente. Tim Cook ha anche confermato che l’azienda vuole puntare molto sulla tecnologia AR, alimentando ancora di più tali voci.

apple-glasses

Anche Bloomberg alimenta le voci su un nuovo prodotto Apple dedicato alla realtà aumentata, che potrebbe essere disponibile tra il 2019 e il 2020.

Questo dispositivo avrà uno schermo indipendente e una serie di chipset integrati. Si tratterà di veri e propri indossabili con tecnologia AR integrata, la cui disponibilità è attesa per il 2019 o, al massimo, il 2020. Sarebbe stato lo stesso Tim Cook a voler creare un visore AR per lanciarlo il prima possibile, dato che per Apple il futuro della tecnologia è legato proprio alla realtà aumentata e agli indossabili.

Questo visore Apple monterebbe anche un proprio sistema operativo chiamato rOS e basato sul core di iOS. Il team software è guidato da Geoff Stahl. Nome in codice del dispositivo: T288.

Al momento non ci sono informazioni sulle modalità di interazione di questo prodotto, ma di sicuro ci saranno comandi vocali, pannelli touch e gesture da effettuare con la testa. Inoltre, non è nemmeno chiaro se si tratterà di un visore vero e proprio o di una sorta di auricolare avanzato che non va a coprire gli occhi.

Insieme all’hardware, Apple sta lavorando anche per migliorare ARKit, con le prime novità attese insieme ad iOS 12 nel 2018. Tra queste, ci dovrebbe essere la possibilità di memorizzare dove un oggetto virtuale è stato collocato nello spazio fisico, anche quando si guarda da qualche altra parte o si usa l’app dopo qualche tempo.

 

[Fonte:iphoneitalia]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑