Mark Zuckerberg: “Oculus Quest conclude la nostra prima generazione di visori”

Oculus Quest, il nuovissimo visore a sei gradi di libertà (ex Progetto Santa Cruz), è stato al centro dell’attenzione durante l’Oculus Connect di quest’anno promettendo esperienze simili a quelle del Rift in un visore standalone. Tra la marea di notizie sul visore, sembra sia passata inosservata la rivelazione secondo cui Oculus Quest segna la fine della prima generazione di hardware dell’azienda.

“Con Oculus Quest, completeremo la nostra prima generazione di prodotti VR”, ha affermato il CEO di Facebook Mark Zuckerberg.

Oculus Quest verrà probabilmente lanciato nella primavera 2019 con un prezzo di 400 dollari per la versione da 64 GB, con incluso un paio di controller a tracciamento ottico, soprannominati anche Touch come i controller del Rift. Il tracciamento viene gestito da sensori integrati montati sulla testa, per cui non sono necessari né PC né sensori esterni.

Oculus-Quest-3-1

Durante il Connect, Zuckerberg ha sottolineato che l’azienda porterà avanti le tre piattaforme hardware Oculus Go, Oculus Quest e Oculus Rift come classi definitive di dispositivi che vedranno nuove versioni nella seconda generazione.

“Da qui faremo grandi progressi nella tecnologia e nei contenuti per le generazioni future di ciascuno di questi prodotti”, ha continuato Zuckerberg. “Tutto ciò che viene creato oggi per il visore funzionerà anche sulle sue versioni future. Sono solo anticipazioni per adesso, ma Go, Quest e Rift sono i prodotti che porteremo avanti.”
In particolare, questo significa che Oculus Go, il visore standalone con le stesse funzionalità di un Samsung Gear VR, probabilmente non sarà sostituito dal Quest, ma continuerà a occupare il suo posto tra i visori VR di fascia economica. Il CTO di Oculus, John Carmack, ha persino descritto alcuni propositi per la seconda generazione di Go, ribadendo ulteriormente che il Go rimarrà tra i visori in produzione.

Ma se è ancora troppo presto per sapere cosa ci riserverà la seconda generazione di Quest, Facebook ha invece rivelato un prototipo di visore varifocale con ampio FOV (Half Dome) durante la conferenza F8. Nate Mitchell, cofondatore di Oculus e capo della divisione Rift, ha affermato che buona parte di questa tecnologia non sarà disponibile tanto presto, per quanto sembri certo che un Rift 2.0 sarà il prossimo prodotto dell’azienda in un futuro non ancora ben definito.

Oculus-Quest-3-1.jpg[fonte: roadtovr]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑